Ammassi Aperti

Un ammasso aperto è un gruppo di stelle nate insieme da una nube molecolare gigante, e ancora unite dalla reciproca attrazione gravitazionale. Sono anche chiamati ammassi galattici, poiché si trovano solo all'interno del disco galattico. Si distinguono dagli ammassi globulari per il minor numero di stelle, un'attrazione gravitazionale meno forte e per il fatto che questi ultimi giacciono esternamente al piano galattico. 

Gli ammassi aperti sono oggetti giovani (astronomicamente parlando), e contengono quindi molte stelle calde e luminose. Questo rende gli ammassi aperti visibili da grandi distanze, nonché una tipologia di oggetti facili da osservare anche con piccoli strumenti. La nube molecolare "genitore" è a volte ancora associata all'ammasso, che ne illumina alcune parti che diventano visibili come una o più nebulose.

Tutte le stelle di un ammasso aperto hanno all'incirca la stessa età e la stessa composizione chimica, perciò ogni eventuale differenza tra di loro è dovuta unicamente alla loro massa. La maggior parte degli ammassi aperti sono dominati dalle loro stelle massicce di classe O e B, che sono molto luminose ma di vita breve. Analizzando la luce proveniente da un ammasso aperto, è possibile stimare la sua età, misurando il rapporto tra le abbondanze di stelle blu, gialle e rosse. Una grande abbondanza di stelle blu indica che l'ammasso aperto è molto giovane. L'uniformità delle stelle di un ammasso lo rende un buon banco di prova per i modelli di evoluzione stellare, perché nel fare confronti tra due stelle, la maggior parte dei parametri variabili è adesso fissa. Il modello in questo modo risulta infatti più semplice. 

Le stelle che compongono un ammasso aperto sono inizialmente molto vicine, e si muovono con la stessa velocità attorno al centro della Galassia. Dopo un tempo dell'ordine del mezzo miliardo di anni, un normale ammasso aperto tende ad essere disturbato da fattori esterni; le sue stelle iniziano a muoversi con velocità leggermente differenti e l'ammasso inizia a sfaldarsi. L'ammasso diventa quindi più simile ad una corrente di stelle, le quali non sono abbastanza vicine per essere considerate un ammasso, sebbene siano tutte legate tra di loro e posseggano lo stesso moto proprio. (fonte wikipedia.it)

categoria: 

Barnard 150 comunemente chiamata "L'omino che corre" per la netta raffigurazione, e' una nebulosa oscura regione di formazione stellare situata in Cefeo.

Barnard 150 L'omino che corre - NGC 6946 Galassia Fuochi d'Artificio - NGC 6939 Ammasso Aperto
sensore: 
montatura: 
categoria: 
Tipo Oggetti: 

NGC 6791 è un ammasso aperto stella nella costellazione Lyrae. E 'stato scoperto da Friedrich August Theodor Winnecke nel 1853. Con circa 8 miliardi di anni e un rapporto di abbondanza di ferro a idrogeno che è più del doppio di quella del Sole, è uno dei più antichi e più ricchi di metallo nella Via Lattea.

categoria: 
Tipo Oggetti: 

Fotografia astronomica M16 Nebulosa Aquila e M17 Nebulosa Omega wide field con M18 e NGC6596 : 3 ore di integrazione con obiettivo Canon EF USM 300 f/4 in 18 pose da 600s a 800iso con la reflex Canon 60Da CentralDS senza filtro e sensore a -14°, su Avalon Instruments M-Zero autoguidata dalla Lacerta MGenII, dal cielo di Forca Canapine (AQ) .

M16 Nebulosa Aquila e M17 Nebulosa Omega wide field con M18 e NGC6596
sensore: 
montatura: